Le migliori soluzioni per l'arredo ufficio

Pannelli fonoassorbenti Alessandro Mendini – Caimi

Pannelli fonoassorbenti Alessandro Mendini – Caimi

Alessandro Mendini, e lo possiamo anche scorgere in questa piccola serie di disegni, destinati a una nuova collezione Snowsound Art, ha sempre pensato e lavorato per contaminazioni; come spiega in un testo del 1997, “contaminare significa uscire dai perimetri chiusi e protetti delle cose incontaminate, farle reagire assieme al fine di ottenere risultati inaspettati e più complessi. Questo metodo è criticato dai puristi e dai razzisti”.

Vuoi maggiori informazioni su questo prodotto?

Compila questo form e sarai contattato da un nostro esperto!

    Nome *

    Email *

    Telefono

    Confronta

    Descrizione

    Snowsound Art è un progetto di Caimi che ha come obiettivo un viaggio alla scoperta di nuove strade per far dialogare ARTE e DESIGN. Un modo di vedere l’arte, non solo come una creazione unica, non ripetibile, ma come una “bellezza” riproducibile su oggetti seriali. L’arte non solo da contemplare, l’arte da fruire.

    Alessandro Mendini, e lo possiamo anche scorgere in questa piccola serie di disegni, destinati a una nuova collezione Snowsound Art, ha sempre pensato e lavorato per contaminazioni; come spiega in un testo del 1997, “contaminare significa uscire dai perimetri chiusi e protetti delle cose incontaminate, farle reagire assieme al fine di ottenere risultati inaspettati e più complessi. Questo metodo è criticato dai puristi e dai razzisti”.

    Più di 20 anni fa, ragionando all’interno delle sue discipline, Alessandro aveva già colto le contraddizioni del nostro tempo, accentuando così l’apertura e l’ascolto nei riguardi di tutte quelle discipline capaci di scardinare l’ordine chiuso del sistema accademico del sapere.
    La splendida mostra organizzata l’anno scorso dal Museo Groninger, in Olanda, dal titolo emblematico “Mondo Mendini – The World of Alessandro Mendini”, ne riassume bene la sua filosofia progettuale che proviene sia dalla biografia culturale sia dalle letture letterarie e filosofiche: il debito nei riguardi di alcuni grandi artisti del ‘900, come Paul Signac e Georges Seurat, Alberto Savinio, Henri Matisse, Wassily Kandinsky, il riferimento a Carl Gustav Jung e non tanto a Freud, rispetto al tema del “profondo”. Tutto questo farsi “contaminare”, non lo ha mai portato all’imitazione né alla citazione di derivazione postmoderna.


    Ha sempre mostrato direttamente il suo “essere Mendini”, e coerentemente ha seguito questa prospettiva, senza mai chiudersi in se stesso.